giovedì 26 aprile 2012

AGRETTO


 in casa siamo in 5, e non mi venite a dire che le gatte non contano, contano eccome
in ogni momento
ad esempio... supponiamo di voler cucinare qualcosa
questa è la scena di ordinaria presenza in cucina 
(prego di non guardare chi è schizzinoso e sostiene che i gatti non debbano salire sulla tavola o simili perchè potrebbe venirgli un infarto)




fra l'altro se  fate attenzione le due piccole sono alle prese con un barattolo
questo barattolo


semplice sale grosso
se lo lascio incustodito la felina della foto (tommy) me lo svuota piano piano,
tutto,
con la zampa, coemse fosse la cosa più normale del mondo
e lo fa con qualunque cosa sia dentro un contenitore e sia di piccolo taglio 
(pastina, cereali, farina e via dicendo)

noi da poco abbiamo scoperto la barba del frate o del prete o agretto
e anche loro con noi


notare l'interesse per la pulizia della verdura
basta togliere la radice, lavoro facile e veloce
tanto interesse da dimenticarsi la coda nel lavandino quando la verdura viene buttata in pentola!



e ora passiamo a cose serie, noi questa meravigliosa verdura
che mai avevamo visto al mercato prima di quest'anno
la facciamo bollita 
(bastano pochissimi minuti)
e poi o la mangiamo in insalata o ci faccio uan farifrittata che è buonissima!


2 commenti:

Violet ha detto...

ma che belleeee!!
uno dei miei gatti beve dal mio bicchiere d'acqua finchè mangio e a me non fa per niente schifo...

Paola dei gatti ha detto...

per me la cucina è un loccale inutile:non so asolutamente cucvinare e, inoltre, per lavoro pranzo sempre fuori. chi cucina è il figlio cuoco di professione, nei rari periodi che è a casa, ma mai estrometterebbe i gatti dalla cucina (qualche pelo rende più gustosi i piatti) e mai andremmo a tavola senza di loro. falstafino mio siede sulla mia stessa sedia e mangia dal mio piatto (in questo momento anche pacha l'agnello in attesa di svezzamento, si serve di insala ta di rapanelli zucchine al burro spinaci e asparagi olio e limone... sempre dal mio piatto