giovedì 31 maggio 2012

oggi va così

mentre sento di continue scosse in italia
mi ritrovo a fare mentalmente l'elenco delle cose che farei se ci fossi io in quella situazione
cosa prenderei, come, dove andrei
e un pensiero va ovviamente alle pelose di casa 
che ovviamente non lascerei mai e poi mai qui quando scappo per una scossa
onde evitare inutili discussioni e frasi fatte del coinquilino
ho fatto prendere dalla cantina i trasportini e li ho messi sul mobile basso in camera
raggiungibili in pochi secondi
con la scusa che quando fra 2 settimane partiremo ci serviranno 
ed è inutile fare tutto di corsa gli ultimi giorni
che mai dire mai, potrebbe capitare anche qui

e nel mentre in italia tutti sono alle prese con il terremoto
con le parate del 2 giugno, con le manifestazioni da fare o non fare
io mi ritrovo a combattere con l'età dei miei e il loro male che avanza inesorabile
in un paio di settimane mia madre è passata dal lamentarsi di tutto e tutti 
a rimanere a letto tutto il giorno troppo stanca anche per lamentarsi
e mio padre è arrivato al dunque con i suoi esami sballati e i valori che non tornano e aumentano sempre, anche prendendo quintalate di medicine
e io mi ritrovo qui
con questo senso di impotenza che cerco di continuare a vivere la mia vita come sempre
ma con il pensiero costante al futuro
a quando mi ritroverò sola, senza di loro
e a come vorrò aver fatto diverse le cose nel presente di adesso
diverse come non lo so
ma sicuramente diverse da così, questo è quasi certo
perchè con il senno di poi è facile pensare che si sarebbe potuto fare questo o quello.
 

Nessun commento: