sabato 16 giugno 2012

e maglione sia

come già annunciato
ho finito le mie fatiche qualche giorno prima del termine prefissato
beh, in effetti sono al pelo dato che domani faccio le valigie e oggi si è asciugato
ad ogni modo
ecco il maglione

 

come già detto sono davvero incapace di seguire uno schema
anche se me lo creo io
e di questo prometto parlerò in un post 
e magari a chi fa richiesta posso regalare il programma excel che il coinquilino ha fatto per me
 per adesso basta sapere che ho reato io il progetto, ma in corso d'opera l'ho cambiato un paio di volte
con grande gioia dell'informatico che sta cercando di fare il programma perfetto
(lui ci impazzisce per ste cose, per mia fortuna)

ovviamente sto parlando del mio magnifico maglione top-down con ferri circolari
il secondo che vede la luce e il primo con uno scollo a V di cui sono particolarmente fiera

lati positivi di questa tipologia di lavoro:
- pratico perchè si può provare in ogni momento 
quando si hanno dubbi su lunghezze, larghezze e similari
- relativamente veloce
- facile da trasportare (è un pezzo unico)
- non ha cuciture e quindi....

modello 1
con coste in evidenza


modello 2
con rovescio in evidenza


personalmente penso che lo userò prevalentemente in questo modo

difficoltà:
qualcuna, più che altro dovuta all'inesperienza
devo dire grazie a questo blog 
per le spiegazioni su come fare lo scollo a v top-down e anche sul fare gli aumenti un giro sì e uno no
considerando che la lana era più sottile del maglione che avevo appena terminato
(altrimenti avrei dovuto chiudere le ascelle a metà braccio...)

ma devo essere onesta
la difficoltà maggiore è stata la lana
mai e poi mai usare scarti di lana 
perchè se negli anni non l'ho mai usata
nè per l'uncinetto nè per i miei passati lavori
un motivo ci sarà ben stato no?
ad ogni modo all'epoca (2 settimane fa) avevo solo quella a disposizione
e poi usarla mi era sembrata una grande idea
era, tempo passato
la lana in questione è questa


ecco un particolare significativo


per la cronaca sotto la lana intonsa
sopra quella lavorata
se cambia così lavorandola lavandola cosa accadrà?
nulla, semplicemente l'ho dovuta lavorare con un ferro più piccolo perchè sapevo che poi di colpo si sarebbe "ristretta" ma solo per lo spessore
si fosse infeltrita forse sarebbe stato meglio...
quindi ho lavorato lana "spessa" con ferro di un numero più piccolo
e non è stato comodissimo

ad ogni mdo sono fierissima del lavoro
e non vedo l'ora di sfoggiarlo alla prima serata freschina!

Nessun commento: