venerdì 15 giugno 2012

in attesa della lavatrice

è da un po' che non succedeva blog, io e te, la sera, a farci compagnia
a prescindere da ciò che accade, da ciò che si vuole 
alla fine ci sono i momenti morti, quelli in cui non si sa che fare
questo è uno di quelli, tanto per dare un'idea
quel momento che passa mentre si aspetta che la lavatrice finisca per stendere e mettersi nel letto
e nel mentre si pensa a questo o a quello
 
fra una settimana sarò in sicilia
continuo a dirmi che sarà divertente
in realtà chissà come sarà
il coiquilino ha visto i suoi genitori due volte in 20 anni
e ora ci presentiamo io, lui e i suoi bimbi 
('ultima volta sono andati giù in 4, quando erano ancora una famigliola felice e i bimbi erano piccoli)
per la serie zero imbarazzi
ma io ho la faccia come il culo e quindi sono proprio curiosa di vedere che cosa ne viene fuori
senza contare che qui a casa dopo due giorni 
già non vedo l'ora di stare io e lui senza bambini urlanti quindi...
probabilmente quando si hanno bimbi in casa sempre non si fa caso alla confuzione che portano, 
se si hanno un paio di giorni ogni tanto la differenza si vede eccome
le gatte si nascondono, 
si sporcano cose che non pensavo neanche di avere in casa
c'è rumore, urla, capricci
insomma per la serie "conta fino a 10, anzi conta fino a 20" in continuazione
 oh, sì, sarà divertente, in un modo o nell'altro...

ho le mani ferme questa sera, non sferruzzo
sono finalmente riuscita a finire il maglione
quello che ci ho messo più tempo a creare il progetto che il maglione per capirci
non ho neanche pensato di fare una foto, 
l'ho messo subito a lavare che me lo voglio portare in viaggio
soddisfatta?
si, direi di sì
e comunque blog sono davvero incapace di seguire uno schema dall'inizio alla fine, 
anche se lo schema l'ho creato io
penso sia piuttosto grave
ad ogni modo oggi l'ho finito
anche se gli ultimi giorni ho avuto un po' di amore/odio nei suoi confronti
o non finiva mai o finiva troppo in fretta a seconda del momento
ad ogni modo ora volevo iniziare un coprispalle
che metterò penso una volta o due nella mia vita
una di queste con un bel vestito alla serata di gala in crociera
che ho un bel vestito 
(comprato chissà perchè poi, tutto nero, molto abito da sera, con delle rose enormi che solo a guardarle ci si chiede come si può pensare un abito simile)
e voglio sfoggiarlo, almeno lì 
dato che di solito non ho occasioni in cui metterlo
 
mah, divagazioni
in realtà sferruzzare mi piace e mi rilassa
fuori in balcone o davanti a un buon telefilm
con le gatte che dormono intorno a me
quello che creo in fondo conta poco
un po' come i viaggi
conta meno la meta che il viaggio stesso
 
che dirti blog, buonanotte
la lavatrice ha terminato
e io mi metterò fra poco a leggere
tanti pensieri, ma poi in fondo nessuno così importante come hai visto



1 commento:

claudio ha detto...

ma che piacere leggere queste righe!!! buona vacanza in Sicilia, anche se è una regione distante dalla mia,..ha un fascino davvero unico.
Ciao! Claudio:-)