martedì 8 ottobre 2013

INTENSITY - DEAN KOONTZ

questo scrittore l'ho scoperto per caso e devo ammettere che mi è piaciuto subito, così piano piano sto leggendo parecchi suoi libri e devo dire non mi delude mai.

le caratteristiche principali dei suoi libri sono principalmente la tensione costante durante tutto la storia, ad esclusione del classico ultimo capitolo di epilogo, con qualche momento di tensione alle stelle e la assoluta imprevedibilità della storia e delle azioni. ci sono cose che sono scontate (prima o poi qualcuno dovrà morire, se uno è imprigionato cercherà ovviamente di scappare) ma che accadono in modo imprevedibile.


in questo caso, ad esempio tutto parte da un tranquillo weekend di due amiche a casa di una delle due, dalla sua splendida famiglia che è la classica "famiglia del mulino bianco" per intenderci. mentre una è così fortunata l'altra ha alle spalle un'infanzia piuttosto difficile vissuta seguendo la madre nelle sue mille avventure fra droga, sesso e violenza con tanto di omicidi a cui assistere. da qui in poi c'è un lento crescendo di attesa per ciò che dovrà accadare e quando accade l'inevitabile tutto prende una piega imprevedibile che tiene attaccati al libro e che spinge a leggere pagina dopo pagina.

non è mio interesse rovinare la lettura e quindi non ho intenzione di dire chi, cosa e quando, ma per me è stata davvero una piacevole lettura, veloce perchè molto scorrevole, lo stile di questo scrittore è accattivante, anche se spesso si sofferma sui particolari, senza annoiare mai. di fatto però sembra davvero di essere lì con il personaggio, dentro la storia. non mi rimane che consigliarvelo.

Nessun commento: