martedì 14 gennaio 2014

PINOCCHIO UN MESSAGGIO INIZIATICO - MARCELLO CAROSI

Quando frequentavo le scuole superiori mi stupivo sempre di quante cose I professori di lettere riuscissero a dire su una poesia, un racconto o un intero libro. Cose a cui non avevo pensato, cose a cui non potevo pensare a causa della mia ignoranza a riguardo o semplimente interpretazioni che per un motivo o per l'altro mi sembravano esagerate: quante volte di fronte alla frase "questa parola è stata scelta perche..." Ho pensato "semplicemente all'autore suonava meglio" oppure "semplicemente gli era venuta in mente solo quella" e invece seguivano lunghe spiegazioni sulla scelta stilistica o sul significato profondo della parola usata.

Ho vissuto questo libro esattamente allo stesso modo, con un po' di stupore, incredulita e anche parecchia umilta, perche della maggior parte delle cose a cui si fa riferimento non ne avevo mai sentito parlare. Se si cercano spunti per scoprire nuovi interessi e nuove curiosita è il libro giusto.

Piu di 30 anni fa a roma si sono tenute delle letture pubbliche del famoso libro di collodi, pinocchio, incentrate sull'interpretazione del libro dal punto di vista steineriano. Il volume nasce proprio da questi incontri, da cui nasce sia la visione iniziatica di tutta la storia sia I numerosi spunti di riflessione legati sopratutto all'identificazione dell'uomo alla ricerca di se in pinocchio e le sue difficolta.

Come gia detto ero (e sono ancora) completamente digiuna riguardo questi argomenti e la lettura del volume è stata da me affrontata con spirito di curiosita e anche di incredulita: piu di 250 pagine di analisi su meno di 100 del libro originale di collodi. Chi è piu esperto apprezzera maggiormente l'accuratezza e la precisione dell'analisi. Io sono passata dallo stupore alla lenta comprensione (superficiale) che mi ha permesso di intuire "dove si andava a parare" negli ultimi capitoli, anche se solo lontanamente. Potrei definirlo senza timori un libro "per gli addetti ai lavori" se non fosse per le tabelle e le appendici finali che quanto meno permettono di approfondire (seppur poco) gli argomenti trattati e in questo modo poter comprendere un poco di piu di quanto detto. Numerologia, interpretazione steineriana, scienza dello spirito a orientamento antroposofico, geometria non euclidea sono solo alcune delle basi da cui si parte per questa originale analisi del libro di collodi che è universalmente conosciuto, spesso solo come favola per bambini e che invece, come ho scoperto, puo essere letto con diverse chiavi di lettura di cui quella iniziatica è solo una.

Lascio a voi la scelta, ovviamente, ma ritengo che sia una lettura quantomeno interessante.

Nessun commento: