martedì 21 gennaio 2014

STONEHENGE - BERNARD CORNWELL

Su stonehenge ne hanno scritte parecchie. Sul suo significato, sulla sua costruzione, su cosa potesse rappresentare e cosa rappresenta questo suggestivo luogo megalitico. Libri tecnici, romanzi... Molti scrittori hanno ambientato le loro storie li o hanno esposto le loro tesi a riguardo.

Questo libro è una via di mezzo fra tutte queste cose. L'autore è il mio scrittore preferito e ammetto senza remore di aver letto questo volume piu di una volta. Bernard cornweel è uno scrittore che ambienta le sue storie con dovizia di particolari, ricercando informazioni sia riguardo il periodo storico che riguardo I luoghi in cui le storie si sviluppano, risultato è sempre un'interessante nota a fine libro in cui espone cio che è vero storicamente dividendolo da cio che ha inventato ai fini della sua opera. Anche in questo caso è cosi che si conclude la lettura, con un interessante elenco di dati e fatti riguardo la stonerhenge reale.

Ma secondo me la bellezza del libro è un'altra: la capacita dell'autore di imbastire intorno alla costruzione di questo sito tutta una storia che vede protagonista il mondo di allora, I villaggi in guerra fra loro, le credenze del tempo, il fanatismo religioso, la vita di un uomo come tanti che si ritrova investito del compito piu difficile: innalzare un cerchio di pietre come mai prima di allora è stato fatto, per convincere il dio sole e la dea luna a incontrarsi e rimanere vicini, in modo che I freddi inverni e la fame conseguente siano solo un ricordo.

Un libro appassionante, scritto con uno stile scorrevole, una storia affascinante, ricca anche di colpi di scena. Non posso fare a meno di consigliarvi questa lettura e questo autore, in particolar modo se siete appassionati di romanzi storici.

Nessun commento: