martedì 15 aprile 2014

DIARIO DI UN KILLER SENTIMENTALE - LUIS SEPULVEDA

Da tempo desideravo leggere questo libro, piu per simpatia verso l'autore che per la trama di cui conoscevo poco e che mi sembrava pero poco avvincente.

Il libro è breve e allo stesso tempo intenso. La storia è piacevole da leggere, il linguaggio è diretto e veloce, la trama è semplice ma non scontata.

In 8 capitoli si legge l'evoluzione personale di un uomo, un killer professionista che in 8 giorni mette in gioco tutta la sua vita fino a un tragico epilogo che fa capire al lettore quanto l'evoluzione fosse apparente e non fosse definitiva nel suo animo.

Personalmente ho provato simpatia per il killer, per le sue pene d'amore e il buffo susseguirsi di eventi, in parte da lui cercati ma per la maggior parte degli accadimenti frutto del caso, il mondo a volte è davvero piccolo, anche quando in 8 giorni si sono toccati diversi stati e continenti....

A mio parere non è sicuramente il miglior libro di questo autore, di cui ho apprezzato maggiormente altri romanzi, ma lo ritengo un libro piacevole, che posso consigliare senza dubbio.

Nessun commento: