martedì 29 aprile 2014

E' UNA VITA CHE TI ASPETTO - FABIO VOLO

Nel mondo dei "lettori" (quelli con piu di 50 libri all'anno all'attivo) scrittori come fabio volo sono visti come "non scrittori": un personaggio famoso che scrive un libro è sicuramente incapace a scrivere e quindi non va letto. Stessa sorte è toccata a faletti, tanto per citarne uno.

Eppure a me piace leggere i libri di fabio volo. Li trovo leggeri e profondi allo stesso tempo e soprattutto piacevolissimi da leggere. Sono relativamente corti, e spesso scontati, ma allo stesso tempo ogni volta che ne leggo uno mi stupisco di quanto sia facile per me immedesimarmi in quello che leggo. Sara banale, ma leggere che anche lui quando esce dalla doccia odia trovare l'accapatoio con una manica dentro e una fuori perche poi prende freddo a rivoltarla mi diverte e allo stesso tempo mi fa immedesimare in lui piu di quanto possa immedesimarmi nei personaggi che di solito "popolano" I romanzi che leggo.

Il protagonista, checco, si ritrova a dover decidere cosa fare della sua vita. Lui non vive, sopravvive. Preso da 1000 paure impedisce a se stesso di vivere. Ha amici, lavoro, genitori che lo amano, ma non si puo definire felice, e neanche triste, io lo definirei apatico. Ha molte donne, incontri di una sera, rapporti di qualche settimana, ma niente che si possa definire un rapporto stabile. Ha un migliore amico, da parecchi anni, si puo dire che sono amici dall'infanzia e la sua partenza per lavoro lo pone di fronte a un'inevitabile difficolta: ora che è davvero solo, non è meglio che decida cosa fare della sua vita?

Ci sono parecchi libri su questo argomento, persone che di "colpo" si rendono conto di essere schiave della propria vita, di non avere scelte. Persone che lavorano 8-10 ore al giorno perche "lo fanno tutti", che vivono solo nel weekend non fermandosi mai a riflettere, (il tempo libero ce ne è poco e mica lo si puo impiegare a pensare e analizzare....) e che per le motivazioni piu varie si fermano e si chiedono "ma che sto facendo?". Questo è uno di quei libri. A differenza pero dei molti altri tratta il problema con simpatia, senza prendersi troppo sul serio.

Non posso che consigliare questo libro, ricco di aneddoti divertenti, di riflessioni serie e semiserie, puo essere letto con diverse chiavi di lettura e quindi è adatto a tutti.

Nessun commento: