martedì 13 maggio 2014

IL LEONE, LA STREGA E L'ARMADIO - C.S. LEWIS

Nel primo libro narnia ha preso vita, 
il leone con il suo canto ha creato, 
disposto e organizzato il nuovo mondo, 
cercando anche di metterlo al riparo dai danni che la strega cattiva 
avrebbe potuto compiere negli anni, 
consapevole pero che prima o poi il problema si sarebbe ripresentato.
 
Il tempo è passato, dei protagonisti del primo volume rimane ben poco, 
è rimasto solo un albero nato in un cortile, un albero magico, un albero di narnia. 
Come spesso accade il passare del tempo ha cancellato la storia, 
l'albero magico si è mimetizzato con gli altri 
e nessuno si ricorda da dove provenga e quale sia la sua magia. 
Tanto che quando un temporale lo sradica con 
I forti venti si decide di farne un armadio: 
l'albero era vecchio e particolare, ma chissa poi perche...
 
Il tempo continua a passare e gli uomini nel nostro mondo fanno la loro vita, 
tanto che si arriva alla grande guerra. 
Questo comporta nuovi viaggiatori fra I mondi. 
Destino vuole che 4 fratelli si ritrovino in una vecchia villa fuori citta, 
e per passare il tempo non rimane altro da fare che ispezionare la villa e giocare, 
come fanno tutti I bambini. Ma ecco che nascondersi nel vecchio armadio comporta
 trovare un nuovo mondo: si arriva narnia.
 
I 4 bambini vivranno favolose avventure in questo nuovo regno, 
non solo parteciperanno a intrighi e storie avvincenti... 
Ma saranno anche investiti della carica di re e regine! 
 
Lo stile mi incuriosisce e mi appassiona. 
Nonostante non sia attuale e sia chiaramente un libro per ragazzi 
trovo fantastica la capacita dell'autore di raccontare la vicenda 
come se fosse vicino al lettore e gli leggesse la favola della buonanotte... 
Senza contare la fantasia di creare un nuovo mondo in cui sia chiarissimo 
al lettore cosa è il male, cosa è il bene, come il male cerchi di trarre 
in inganno cercando di convincere chi ha una missione a rimandare, a rinunciare. 
Al lettore è chiaro e palese che si tratta di una tentazione, 
di una prova da superare, ma I personaggi del libro sono sempre in dubbio 
e prima dio scegliere spesso si trovano davantoi a parecchi dubbi, 
esattamente come accade nella vita reale.
 
Consiglio questa lettura, sopratutto ai piu giovani.

Nessun commento: